Lampadine smart o interruttori smart, le differenze

Lampadine smart o interruttori smart, le differenze

Off Di Emilio Brocanelli

lampadine smartInterruttore Smart o lampadine Smart? Ma qual è la differenza, in fondo? Ecco una piccola guida sulle differenze principali che accompagnano l’una o l’altra comodità d’ultima generazione per illuminar meglio casa nostra.
Gli interruttori smart sono meno costosi. In fondo, se non avete intenzione di controllare direttamente ogni singola lampadina, potete usare un singolo interruttore Smart. Questi inoltre sono meno sensibili a certi sbalzi elettrici di cui spesso i lampadari sono soggetti. Quindi in generale, un interruttore smart costa meno nell’ immediato ed anche a lungo termine.
lampadine smartLe lampadine smart permettono di creare “temi” o “scene”. Possono cambiare colore grazie alla loro natura microscopica al LED, ed è possibile settare direttamente il livello della luce richiesta. In questo modo, durante un certo orario, potete impostare un certo livello di luminosità, che gradualmente andrà a raggiungere verso un’altra ora. Ad esempio al tramonto possono accendersi al 50%, visto che un po’ di luce residua dall’ esterno arriva ancora, e quando finalmente sarà notte la luce sarà arrivata al 100%. A differenza, con un interruttore smart non è possibile fare ciò…sempre che non avete montato delle lampadine particolari al LED (o normali) che possono sopportare tale funzione. Controllate sempre sulla scatola se possono farlo.
Gli interruttori smart sono più complicati da montare, mentre le lampadine smart possono essere usate subito. Cosa ovvia: non è da tutti smontare un interruttore della luce e avvolgere dei fili elettrici. Una lampadina la sanno cambiare tutti!
E’ possibile accoppiare entrambi per effetti spettacolari. Naturalmente, se avete tanta voglia di montare sia lampadine smart che interruttori smart, potete farlo. Certe lampadine smart sono capaci di comunicare con degli interruttori smart (che fanno così da Hub) in modo da ampliarne le funzioni.
Tutti e due possono connettersi con alcuni assistenti virtuali, come Siri, ma possono avere delle Apps dedicate che svolgono lo scopo dell’impostazione.

Emilio Brocanelli

Vota questo articolo!