Cos’ è un Kensington Lock e come funziona

Cos’ è un Kensington Lock e come funziona

Off Di Emilio Brocanelli

kensington lockVolete proteggervi da furti improvvisi? Esiste una piccola soluzione da molti anni, forse non praticissima, ma semplice ed efficace. Questa soluzione si chiama Kensington Lock ed anche se nessuno l’ha sentita, ha una lunga storia che inizia nel 2000. Vediamo quali sono i vantaggi di far uso di questa protezione antifurto.
Il Kensington Lock è rappresentato da un piccolo buco ovale che possiamo trovare specialmente su monitor e portatili. Questi sono lì per uno scopo preciso e non per fare bella figura: in fondo l’icona del lucchetto ci da consiglio ad un scopo ben preciso…e questo è quello di tenere il nostro computer via da ladruncoli o chiunque abbia troppa voglia di spostare il nostro PC o schermo.
L’idea è più o meno quella della nota catena da bici. Da una parte fissiamo il lucchetto e dall’altra troviamo un punto dove legare il resto. Ci sono molti modelli di Kensington Lock, e anche quelli più semplici possono garantire che l’unico modo per la rimozione è avere a portata di mano la chiavetta dell’utente proprietario. Alcuni mobili da ufficio hanno una porta Kensington Lock per permettere a speciali fili di fissarsi sia al portatile che anche al mobile.
Esistono comunque altri formati di Kensington Lock, ma se vogliamo il principio è sempre lo stesso. I modelli più validi hanno un filo ad alta resistenza, difficile da tagliare anche con un paio di tenaglie o cesoie. Cercare di rimuovere forzatamente il Kensington Lock spesso porta al grave danno della scocca in plastica del portatile, ma alcuni produttori hanno anche preferito legare la porta all’interno in metallo dello stesso, così da fare in modo che la rimozione sia quasi impossibile se non rompendo quasi tutta la composizione interna del computer – cosa che naturalmente funziona da buon deterrente da qualsiasi ladro che pensa di poter estrarre il tutto con la sola forza…

Emilio Brocanelli