Problema aggiornamento Windows 10, ruba 7 Gb

Problema aggiornamento Windows 10, ruba 7 Gb

11 Gennaio 2019 0 Di Emilio Brocanelli

L’ aggiornamento di Windows 10 che è programmato per la primavera del 2019 sarà molto invasivo. Sto parlando della build 1903. Sarà il primo vero problema aggiornamento Windows 10 del 2019.

Qualche giorno fa, molti utenti che lavorano in ambiente Microsoft, hanno riscontrato un problema per quanto riguarda la gestione dei dns all’ interno del sistema operativo, dovuta ad un aggiornamento di Windows 7. Ci sono stati problemi anche con il protocollo smb che, in seguito a questo aggiornamento ha smesso di funzionare.

Dopo gli utenti di Windows 7, probabilmente, avranno problemi anche quelli di Windows 10. Questa volta il problema non sarà tecnico ma soprattutto di ” spazio”. La prossima build Microsoft creerà un problema aggiornamento Windows 10, in quanto, il sistema operativo, tratterrà ben 7 Gb tutti per se.

Problema aggiornamento Windows 10, cosa accadrà?

Quando la prossima primavera, tutti i pc con Windows 10, scaricheranno la build 1903, si vedranno decurtare il proprio spazio su disco di 7 Gb. No, non sarà così grande l’ aggiornamento ma, semplicemente, il sistema operativo si riserverà così tanto spazio per impedire che si ripropongano i problemi avuti la scorsa volta con l’ aggiornamento cumulativo di marzo di Windows. In quell’ occasione, molti utenti, a causa di un malfunzionamento dell’ update, si sono visti cancellare molti file personali fondamentali.

Questa volta l’ aggiornamento si tratterrà una porzione di memoria di almeno 7 Gb per poter scrivere i propri files senza mettere in pericolo quelli degli utenti.

Per tutti gli utenti che hanno dischi sata da 500 Gb fino a superare 1 Tb non cambierà granchè, in quanto di spazio a disposizione ne hanno molto. Il problema aggiornamento Windows 10 potrebbe nascere nei pc di quegli utenti che hanno deciso di installare un disco SSD sulla propria macchina. I dischi SSD sono molto più veloci dei normalissimi sata, in quanto non hanno un movimento meccanico al loro interno ma, per essere più comprensibili possibile, sono delle chiavette usb molto più capienti e veloci ( sfruttano il trasferimento dati Sata e non Usb ).

Disco Sata

Gli hard disk SSD, fino a poco tempo fa, erano molto più costosi dei normalissimi sata, quindi molti utenti hanno optato per dischi di bassa capacità, da 64 Gb fino a 128 Gb. Ecco, per questi utenti potrebbe nascere un problema aggiornamento Windows 10.

problema aggiornamento Windows 10
Dischi SSD

Fonte: Libero

Emilio Brocanelli

Articoli correlati