Streaming video Apple, ora Netflix trema

Streaming video Apple, ora Netflix trema

Off Di Emilio Brocanelli

Lo streaming video Apple è ormai realtà. L’ azienda di Cupertino ha deciso di entrare nel mondo dello streaming video online e diventare un nuovo competitor per i servizi attualmente attivi. Apple punta sul fatto che è ormai un’ azienda che fornisce servizi di qualunque genere e quindi non ha sicuramente bisogno di pubblicizzare il nuovo servizio streaming video Apple. Entriamo più nello specifico e andiamo a vedere di cosa si tratta.

Streaming video Apple, i colossi del genere tremano

Il prossimo 25 marzo, l’ azienda americana presenterà in California il suo nuovo servizio streaming video Apple. Questo nuovo servizio, mira a diventare un competitor di tutto rispetto nei confronti di Netflix che è il leader indiscusso dello streaming online.

La presentazione sarà condita da presenze eccellenti come Jennifer Aniston, Jennifer Garner, Reese Witherspoon e il regista JJ Abrams. L’ impostazione del nuovo abbonamento sarà molto simile a quella di Netflix e di Amazon Prime. Il servizio della Apple includerà sia film e produzioni importanti, sia produzioni finanziate direttamente da Apple. L’ azienda infatti, ha già prodotto più di 10 trasmissioni televisive che probabilmente verranno incluse nello streaming video Apple. Il servizio dovrebbe essere pronto per la prossima estate.

Nello streaming video Apple non saranno presenti solo film e serie tv ma ci sarà anche una sezione dedicata alle notizie. Grazie ad Apple News, saranno disponibili per gli abbonati, tutti i titoli leggibili all’ interno di Apple News. Molti quotidiani hanno storto il naso alla notizia che i loro contenuti saranno leggibili all’ interno dello streaming video Apple.

I bene informati fanno sapere che la Apple avrebbe deciso di entrare nel mondo dello streaming online per compensare i mancati guadagni dei nuovi modelli di iPhone.

Apple, in collaborazione con Sony, sta studiando il servizio di streaming online già da qualche anno. Questo servizio verrà incluso in tutti i nuovi dispositivi Apple per tutti gli utenti che pagheranno la quota di abbonamento. La vera novità è che tutti gli utenti attraverso lo streaming della Apple, potranno accedere anche ad altri servizi come quello di Amazon Prime o di Starz. Però per questi servizi dovranno pagare un mini abbonamento a parte.

Emilio Brocanelli

Vota questo articolo!