Differenze 3G e 4G, è così importante la velocità?

Differenze 3G e 4G, è così importante la velocità?

Off Di Emilio Brocanelli

Le differenze 3G e 4G sono sostanziali. La differenza maggiore è rappresentata sicuramente dalla diversa velocità di connessione. Per comprendere meglio le differenze 3G e 4G dobbiamo sicuramente sapere quando nascono queste tecnologie.

Differenze 3G e 4G, la nascita della terza generazione

In ambito delle telecomunicazioni, il termine 3G sta ad indicare la tecnologia di terza generazione. Il paese di massima e più veloce diffusione della tecnologia 3G è stato il Giappone. In questa nazione, nel 2005, erano più del 40% i dispositivi ad utilizzare una connessione 3G, mentre la transazione finale di tutti i dispositivi si è avuta verso la fine del 2006. Questa massima diffusione ha fatto si che, tantissimi operatori di telefonia mobile, abbiano partecipato all’ asta per l’ assegnazione dei diritti.

La tecnologia 3G, coinvolge tutto ciò che riguarda la connessione dati, quindi sia le telefonate via internet, sia la tradizionale navigazione nel web per finire all’ utilizzo di servizi di messaggistica.

Lo standard che viene utilizzato nei paesi europei per quel che riguarda la connessione 3G è l’ UMTS. Le bande che questo standard utilizza sono: 850, 900, 1800 e 2100 MHz.

Differenze 3G e 4G, la quarta generazione

A lungo andare, abbiamo sentito sempre più la necessità di una connessione più stabile e veloce possibile, soprattutto per poter usufruire dei nuove servizi in streaming. In questo caso mi riferisco alla miriade di videogiochi per smartphone che funzionano quasi esclusivamente grazie ad una connessione internet, oppure i servizi di video in streaming, tipo Netflix, Chili, oppure YouTube.

Il 4G ( che in telefonia sta ad indicare una tecnologia di quarta generazione ), è entrato a far parte della vita integrante delle persone nel 2010, anche se i primi ” esperimenti ” in tal senso, erano avvenuti già nel settembre del 2005, quando un team giapponese, riuscì a riprodurre 32 filmati grazie ad una connessione 4G. La rete 4G, in zone dove è disponibile un segnale massimo, può raggiungere addirittura i 30 Mbit/s. La stessa velocità di una fibra ottica di scarsa velocità ma sempre ottima per poter vedere dei filmati in streaming in alta definizione, senza rallentamenti.

Come abbiamo potuto comprendere, le differenze 3G e 4G si basano soprattutto sulla diversa velocità di connessione e nell’ infrastruttura che, nel caso del 3G è diventata obsoleta e non sufficiente per i nuovi servizi ad oggi presenti sul mercato.

L’ alta definizione sta sempre più prendendo piede e, proprio per questo, ieri Vodafone ha lanciato per la prima volta in Italia la connessione 5G.

Con la nascita della prima console in grado di essere utilizzata completamente in streaming ( Google Stadia ), è diventato di vitale importanza ottenere una connessione ancora più veloce. Questo è il caso della connessione 5G che potrà raggiungere una velocità di ben 1 Gbit/s. Maggiori approfondimenti riguardanti questa nuova tecnologia li potremo dare solo dopo averla provata. Rimanete sintonizzati.

Emilio Brocanelli

Potrebbe interessarti anche:

Umts, cos’è? cerchiamo di capirlo insieme.

Google Stadia, la prima console in streaming.

Edge computing, l’ evoluzione naturale del cloud.

Vota questo articolo!