Modem libero, provvedimento prorogato

Modem libero, provvedimento prorogato

7 Ottobre 2018 0 Di Emilio Brocanelli

Ad inizio agosto l’ Agcom, con una sua delibera, aveva comunicato che, tutti i gestori di telefonia fissa, avrebbero dovuto consentire l’ utilizzo di un modem libero a tutti i loro clienti, affinchè essi avessero potuto scegliere il modem da utilizzare per la propria connessione internet.

E’ nata anche un’ associazione dal nome Modem Libero che si sta battendo affinchè i diritti dei consumatori vengano rispettati e per ora ci sono riusciti nel miglior modo possibile anche se, è notizia di pochi giorni fa, l’ Agcom ha accettato la richiesta di proroga da parte delle aziende di telecomunicazione in quanto, si legge nella richiesta, a causa delle ferie estive non hanno potuto adempiere totalmente a questo provvedimento, quindi, gli utenti, dovranno aspettare un altro mese per avere la possibilità di utilizzare un altro modem. L’ associazione Modem Libero, all’ interno del proprio sito, dava anche la possibilità di firmare una petizione su Change.org, oppure di inviare direttamente una segnalazione all’ Agcom.

Modem libero, cosa cambia?

Come si può leggere dal sito ufficiale dell’ associazione Modem Libero, questi saranno i cambiamenti:

  • Gli utenti finali hanno il diritto di utilizzare apparecchiature terminali di accesso ad Internet di loro scelta

  • Gli operatori devono trattare allo stesso modo chi usa router dell’operatore stesso o chi usa router scelti dall’utente finale

  • Nei siti dei vari produttori di router saranno presenti guide per la configurazione del dispositivo a seconda del provider

  • I fornitori del servizio dovranno mettere a disposizione tutti i parametri per la configurazione dei dispositivi scelti dagli utenti finali, compresi quelli per il VoIP

  • I provider possono continuare a offrire i loro router ma il costo dev’essere ben chiaro e separato da quello di altri servizi extra

  • Ogni offerta dei provider che non includa gratuitamente un router deve avere anche una versione della stessa offerta senza router

  • Qualsiasi costo extra (assistenza, installazione, etc) dovrà essere ben evidenziato in ogni offerta e in ogni bolletta

  • I router forniti dai provider (e quindi acquistati dagli utenti finali) dovranno avere la possibilità di essere “sbloccati” una volta terminato l’abbonamento, così da renderli utilizzabili anche con altri provider

Fonte: Agcom
Fonte: Modem Libero

Emilio Brocanelli

Articoli correlati