Batteria si scarica subito su Android, come risolvere

Batteria si scarica subito su Android, come risolvere

Off Di Emilio Brocanelli

Ultimamente, sempre più utenti, stanno lamentando un difetto molto spiacevole nei propri dispositivi Android, ovverossia la batteria si scarica subito , in poche ore passa dal 100 % allo 0 %, ma come è possibile? Questo problema nasce da un bug nel codice sorgente di Android, in quanto, quando si passa da una schermata all’ altra nel nostro smartphone, viene automaticamente abilitata la geolocalizzazione che, purtroppo, contribuisce a far si che la batteria si scarichi subito. Quando la batteria si scarica subito, e siamo in giro per lavoro, potremmo trovarci in gravi difficoltà, perchè ormai lo smartphone è diventata tutta la nostra vita. Tutti i numeri di telefono, tutte le email, tutte le conversazioni delle chat, abbiamo tutto nel nostro smartphone. Google è stata già avvisata del problema e, l’ azienda americana, ha già assicurato che in poco tempo rilascerà un aggiornamento in grado di risolvere questo problema, ma intanto possiamo prendere qualche accorgimento per tentare di limitare questo problema.

La batteria si scarica subito , come risolvere il problema

Per evitare e tentare di limitare questo problema, occorre innanzitutto disabilitare il GPS, in modo che Android non invii la nostra posizione a tutte le app, passando da una all’ altra. La batteria si scarica subito in seguito a questo fatto ma, oltre a questo, sarebbe opportuno disattivare il GPS per una questione di privacy in quanto non è bene far sapere a tutti dove ci troviamo, indipendentemente dal problema oggetto dell’ articolo.

Per risolvere il problema in modo immediato, senza aspettare che il nostro dispositivo Android faccia l’ aggiornamento, possiamo scaricare manualmente il file APK contenente l’ aggiornamento, in modo da risolvere il problema in modo efficace e immediato. Per poter installare un file APK sul proprio dispositivo Android bisogna abilitare, all’ interno del dispositivo, l’ installazione di terze parti, solo dopo sarà possibile installare questo aggiornamento.

Emilio Brocanelli

 

Vota questo articolo!