Configurare Chromecast senza wi-fi, ecco come puoi fare

Configurare Chromecast senza wi-fi, ecco come puoi fare

Off Di Giada Fiordaliso

Chromecast oggi viene utilizzato sempre di più e ha avuto un grande successo sul mercato. Il dispositivo infatti è molto usato anche da chi si vuole sedere comodamente sul divano e vedere la tv. Proprio a quest’ultima infatti deve essere collegato Chromecast. Precisamente, quest’invenzione di Google serve per vedere tutti i contenuti quali film, video ecc…da PC, cellulari, sulla tv. Configurare Chromecast senza wi-fi è molto semplice e per riuscirvi bastano pochi semplici passi da seguire.

Configurare Chromecast senza wi-fi: che cos’è

Con il termine “Chromecast”, si indica un oggetto molto utilizzato per vedere direttamente sul proprio schermo televisivo i contenuti della rete. Precisamente si tratta di un adattatore che appunto è usato per collegare il PC alla tv. In realtà può collegare qualsiasi dispositivo fornisca Internet, alla televisione. Il “gioiello”, come lo chiama qualcuno, è stato realizzato da Google. Il suo sistema operativo è quello chiamato “Chrome OS” e la sua tecnologia è la “Google cast”. Quest’ultima è un tipo di tecnologia wireless che permette di collegarlo alla tv senza l’utilizzo di cavi.

Per capire meglio come è fatto Chromecast, si può dire che è una chiavetta. In poche parole si tratta di una specie di pendrive. Questa sarà in grado di trasmettere qualsiasi tipo di contenuto multimediale alla tv. Così si potranno vedere video, film, schermate di pagine web, in modo semplice e senza avviare procedure particolari. Per usare Chromecast c’è bisogno di un PC oppure anche di uno smartphone o Tablet.

Configurare Chromecast senza wi-fi: compatibilità

La compatibilità di Chromecast con le numerose applicazioni e i diversi dispositivi, è un vantaggio. Infatti questo piccolo oggetto, come già detto, può essere usato da PC, da smatphone, Tablet ecc..ed è proprio questa la sua particolarità. Un altro fattore positivo è il fatto che Chromecast non abbia dimensioni ingombranti.

Riguardo la sua compatibilità, va detto anche che sono numerosi i sistemi operativi con cui può collegarsi. Tra questi vi sono quello Android, iOS, Chrome OS, Windows, Linux e macOS.

Per quanto riguarda invece la sua compatibilità con le marche di computer, anche queste sono numerose. Si tratta di Acer, ASUS, Freescale, Hewlett-Packard, Lenovo, Qualcomm, Texas Instruments e Toshiba.

Un altro vantaggio è quello di poterlo utilizzare per stampare i file. Per riuscirvi, basterà utilizzare Google Cloud Print, senza dover installare altri driver.

Configurare Chromecast senza wi-fi: il collegamento

Per alcuni è un problema configurare Chromecast, ma in realtà la procedura è molto semplice. In poche parole, basterà semplicemente prendere il dispositivo, collegarlo al televisore a una delle porte HDMI e basta.

Tuttavia esistono delle varianti per provvedere alla sua accensione. Il tutto dipende dal tipo di modello che si è acquistato. Nel caso si tratti di un modello base, allora per avviarlo si può usare una delle porte della tv. L’alternativa però può essere anche la presa elettrica. Se si usa una delle porte del televisore, servirà il cavo USB.

Se però si usa “Chromecast Ultra”, allora si dovrà utilizzare obbligatoriamente la seconda alternativa.

Una volta terminato di attuare il collegamento, automaticamente si dovrà iniziare la vera e propria “configurazione”.  Per effettuare i vari passaggi, si deve scegliere la rete wi-fi adatta. Eppure questo non è l’unico metodo per riuscire nell’operazione.

CONFIGURARE CHROMECAST SENZA WI-FI

Configurare Chromecast senza wi-fi: la soluzione del Bluetooth

La prima versione di Chromecast non riusciva a supportare la rete Bluetooth e di conseguenza, l’unico modo per configurarlo era usare una rete wi-fi. Oltre a questa possibilità, oggi le versioni di Chromecast 2.0 e 3.0 offrono l’alternativa del Bluetooth. Questo significa che basterà assicurarsi che tale tipo di connessione sia attiva sul proprio smartphone, e automaticamente il “gioiello” di Google funzionerà. Non è rilevante se il dispositivo cellulare sia di tipo Android o iOS: basta che sia abilitato al Bluetooth. Nel caso poi quest’ultimo non funzionasse, allora rimane solo l’utilizzo del wi-fi per configurare il tutto.

Configurare Chromecast senza wi-fi: i passaggi

Per riuscire a configurare Chromecast senza wi-fi, occorre prima di tutto scaricare un’applicazione chiamata “Google Home”. Quest’ultima è scaricabile sul proprio cellulare, direttamente dal negozio “PlayStore”. Il passo successivo è collegare Chromecast con il proprio smartphone e poi la configurazione dovrebbe essere avviata automaticamente. Se così non fosse, basterà semplicemente cliccare sulla figura in alto a destra all’interno di “Google Home”. Successivamente il dispositivo di Google potrebbe chiedere di reinserire il codice mostrato sullo smartphone, verificando che sia lo stesso di quello che si vede sulla TV. Oltre a questo sarà chiesto di indicare la propria nazione, ed un nome da assegnare alla chiavetta di Chromecast. Una volta terminata quest’operazione, finalmente si potrà usufruire del dispositivo.

Configurare Chromecast senza wi-fi: applicazioni

È possibile inserire su Chromecast numerose applicazioni utili per poi ottenere un’ottima visione in streaming sul PC. Queste applicazioni possono essere utili anche per scegliere cosa vedere. Una tra queste è YouTube, ma anche Chrome, oppure “Allcast”. Quest’ultima è ormai una famosa applicazione che serve per inviare a Chromecast foto e video dal cellulare al dispositivo. Un’altra può essere Netflix oppure anche Infinity. Alcune di queste, come Netflix, ma anche Premium e Mediaset Premium, supportano automaticamente Chromecast.

Giada Fiordaliso

Potrebbe interessarti anche:

Aggiornare Chromecast in modo manuale o automatico.

Configurare Chromecast, ecco come fare.

Chromecast, come ottenere funzioni sperimentali.